Questa storia è la più incredibile dei nostri tempi, soprattutto perchè pochissimo è stato pubblicato in merito, per paure ed imposizioni di vario genere.

A noi di “Seedster” piace la luce, quella che illumina i luoghi più oscuri, e quindi non potevamo non parlare della reincarnazione del Buddha della luce, Amithaba.

In Tibet i maggiori capi erano due: il Dalai Lama, ritenuto il leader politico e il Panchen Lama che si identificava come il capo spirituale.

Nel corso degli anni essi si reincarnavano e alcuni specifici monaci erano in grado di trovarli nelle immense campagne dell’Himalaya. Nel 1989 iniziarono le ricerche dell’undicesimo Panchen Lama e fu individuato così Gedhun Choekyi Nyima, un bimbo Tibetano che viveva non troppo distante da Lhasa, la capitale.

Appena la notizia fu resa pubblica, le guardie armate cinesi però, lo rapirono e da quel giorno nessuno ha più notizie dell’undicesimo Panchen Lama.

Come molti sanno, il Tibet fu invaso dalla vicina Cina e non tutti sono riusciti a scappare durante l’occupazione seguendo le orme del loro capo politico, durante un viaggio disperato tra le vette più alte del mondo. Inoltre i militari cinesi, comunisti e atei, non solo lo rapirono ma addirittura lo sostituirono con un bambino scelto da loro, più vicino alle loro ideologie di nome Gylatsen Norbu.

Il Panchen Lama scelto dai Tibetani e dal Dalai-Lama, sparì completamente dalla circolazione lasciando un vuoto incolmabile. Ancora oggi in molti protestano chiedendosi come stia e che faccia abbia. Alcune fonti lo ritraggono vivo e in splendida forma, altre ancora malato e in fin di vita.

Sinceramente trovo che sia una storia al limite del surreale in quanto veramente sono pochi i giornalisti che hanno avuto il coraggio di parlarne, la maggior parte di essi sono di origine Giapponese e hanno cercato di fare delle ricerche anche sul posto ma con scarsi risultati.

Considerato il prigioniero politico più giovane della storia; speriamo vivamente che i media, disprezzando gli oscuri poteri e provando una volta per tutte a far luce con inchieste e articoli, svelino l’enigma creatosi nel tempo.

L’undicesimo Panchen Lama è vivo e tutta l’umanità vuole conoscere il leader spirituale del Tibet che ora ha raggiunto l’età di ventisei anni.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here