Oggi, 22/4/2017, si celebra la giornata mondiale dedicata alla TERRA. Globalmente chiamato Earth Day, si tratta della più grande manifestazione ambientale del pianeta.

Ben 193 Paesi con un miliardo di cittadini, attraverso 22.000 organizzazioni partecipano attivamente a questo evento.

Voluto fortemente in principio dal presidente John Fitzgerald Kennedy, nel corso degli anni è diventato un appuntamento annuale di grandi dimensioni e aiuta a valorizzare principi di salvaguardia e rispetto dell’ambiente.

Ogni cosa della natura è viva anche se apparentemente non lo sembra anche il vento stesso, che non si vede, sposta e muove tutto ciò che desidera.

Sembra incredibile che la nostra Madre Terra doni tutto senza avere indietro nulla da nessuno.

Proprio qui sorge il problema in quanto tutta questa bontà del pianeta, non potendo tutelarsi da solo, ha portato ad abusarne fino a quasi distruggerlo. Siamo arrivati ad un punto critico per la flora e la fauna del pianeta. Molte specie sono estinte e altrettante sono pericolosamente in via di estinzione.

-Finalmente in molti ne sono al corrente e stanno agendo in una direzione Green-

Negli oceani si sono formate addirittura vere e proprie isole di plastica di dimensioni enormi che fluttuano nei mari uccidendo e intrappolando ogni sorta di essere vivente.

Un lavoro artistico recente vuole puntare il dito su i danni di inquinamento da parte delle multinazionali interessate solo al profitto. La scritta Help, realizzata con cinque milioni di tappi di plastica colorata usati e racchiusi in gabbioni metallici a delineare in uno spazio quadrangolare, è ospitata dall’isola di Mozia. 

Situata nell’area archeologica, l’installazione crea un forte contrasto visivo, una sorta di cortocircuito con le rovine fenice presenti nel sito.

I vari paesi aderenti al progetto “salviamo la terra e tutte le sue creature” usano vari siti nei quali sono presenti tutte le manifestazioni che avvengono in contemporanea mondiale.

L’innalzamento di vibrazione sta coinvolgendo tutti quanti sia in maniera diretta che indiretta. Siamo tutti chiamati al cambiamento globale. Gli artisti, con la loro sensibilità, sono maggiormente i promotori di questa lotta verde, attraverso film e documentari.

A mio modesto parere, tutti i giorni dell’anno dovrebbero essere dedicati alla salvaguardia delle specie viventi e non solo un giorno.

                                             “Every day is the Earth day”

Il vero cambiamento parte sempre dall’interno ovvero sono i cuori che devono aprirsi.

Le popolazioni native del nostro pianeta sono costantemente collegati con la sorgente, la sentono, ci parlano, la lodano attraverso cerimonie di ogni tipo. Proprio questo grande collegamento deve essere ampliato a tutte le popolazioni del pianeta.

Consigliamo di visionare questi siti:

www.beforetheflood.com

WWW.EARTHDAY.ORG

Il primo è stato ideato da Leonardo Di Caprio, il quale ha girato e prodotto un documentario diretto a far conoscere la dura verità. Egli è stato eletto ambasciatore per i diritti della terra e promuove una metodologia di vita verde.

Ci auguriamo che questa nostra Terra ritorni ad essere come all’origine.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here