Ha fatto discutere la foto dell’uomo indonesiano che proprio in questi giorni ha compiuto 144 anni, battendo il Guinnes world record, pare sia nato nel 1870. Anche io stesso lo posso affermare: in Oriente si vive meglio e di più.

L’ASIA è il continente più esteso e quello con maggior numero di abitanti ed il solo ad esser bagnato da tre oceani. La parola Asia è stata introdotta per la prima volta dallo scrittore Erodoto in quanto originariamente si chiamava Bharat.

Tatagata

Il Mahabharata testo scritto da Vyasa, il quale potrebbe essere considerato come un Virgilio europeo, è uno dei testi religiosi più antichi del mondo. Le battaglie con Krishna e Arjuna affascinano ancor oggi milioni di persone. Anche lo stesso Leopardi dichiarò che senza il Mahabharata non sarebbe mai diventato uno scrittore.

Secondo alcuni invece furono i Fenici ad usare per primi questo nome, il termine “asa” veniva usato per indicare l’est.

Come in alto cosi in basso dicevano i saggi. In Asia è presente l’Everest, il monte più alto del mondo e la fossa delle Marianne il punto più profondo del globo; sembra quasi che gli aspetti del territorio si riflettano anche sulle persone, il bene e il male fanno parte della stessa cosa.

Il pallino bianco e presente all’interno del nero e viceversa; come raffigura il TAO.

Il Buddhismo parla di nove livelli di coscienza nell’essere umano. I primi corrispondono ai cinque sensi( vista, udito, tatto, gusto ed olfatto) che si mettono in relazione con l’esterno. La sesta coscienza è quella parte della mente che, anche in modo istintivo, elabora le percezioni della realtà circostante. La settima è rappresentata dall’io consapevole. Le esperienze vengono ponderate e si sviluppano pensieri e concetti inerenti agli aspetti interiori della vita. L‘ottava coscienza si identifica con l’inconscio; tutti i pensieri,le parole, le azioni si accumulano qui, formando le cause del karma che, come semi nascosti, prima o poi matureranno, arrivando in superficie in forma di effetti positivi o negativi. L’ottava coscienza influenza la settima e non viceversa. Ma ancora più in profondità esiste la nona coscienza: il fondamento della vita, la natura di Buddha dove l’energia positiva universale scorre pura ed incontaminata. Le differenza rispetto al ciclo sonno-veglia è che quando si muore le prime sette coscienze si disgregano con il corpo. Ma l’ottava accompagna l’entità vitale fino alla rinascita in un determinato luogo secondo il karma accumulato nelle esistenze precedenti.

Sono cresciuto completamente all’occidentale con tutti i pregi ed i difetti di una cultura che ha preso il sopravvento più o meno in tutte le parti del globo. Se in Africa sono stati scoperti i primi ominidi in Asia invece sono stati ritrovati i primi reperti di una civiltà avanzata. Nell’area della Mesopotamia, i Sumeri avevano inventato ottime tecniche di agricoltura e gerarchie a livello sociale. Alcune nuove teorie addirittura vedono questa popolazione come i creatori del genere umano attraverso entità aliene, le quali sarebbero poi mutate nei poemi epici più importanti.

L’ Oriente mi ha sempre affascinato fin dalla mia prima recita scolastica  che era ambientata in Cina. Mio nonno mi lasciò anche un piccolo Buddha di giada. Come se fosse quasi parte del mio destino alcuni amici mi regalarono un libro, un romanzo per l’esattezza di Herman Hesse, dal titolo Siddharta .Ricordo che lo lessi in una giornata intera, ero completamente ipnotizzato dal viaggio del protagonista attraverso le fasi della vita. Le quattro nobili verità, l’iilluminazione, i discorsi di Sarnat, i seguaci che lo lasciarono e  la sconfitta di Mara. Tutti momenti che mi risuonarono negli emisferi cerebrali.

Così anche io decisi di partire per visitare quei luoghi così affascinanti. Tutto sembrava così diverso anzi completamente una altro mondo. L’aria vaporosa ed il caldo che ti avvolge con i profumi di cannella misto ad agrumi. Ogni metro che facevi l’odore si trasformava in un susseguirsi di vapori che prendevano quasi colore con una tonalità quasi fluorescente. I volti delle persone sembravano molto più sorridente e rilassati rispetto a dove ero cresciuto, qui mi sembrava che avessero trovato una sorta di pace nel cuore. La povertà ti rende molto più empatico con le persone, la vera purezza esce nei momenti più duri e difficili.

Ero alla ricerca di un maestro che mi aiutasse ad imparare l’uso dei minerali a scopo terapeutico. Ho sempre pensato che la vera cura non dovesse essere combattuta solo a livello dell’effetto; come in realtà fanno i comuni farmaci.

Quello che mi ha portato a seguire le orme del Buddha, ossia del risvegliato, fu il fatto della sua concreta nascita ed esperienza a partire dal 500 a.C

Nel Sutra del Loto egli rivela l’esistenza di una forza vitale universale che genera, permea e regola tutti i fenomeni della vita.

L’india negli anni 60′ era il tempio per tutti gli occidentali, intendo i freak, i vagabondi del Dharma ossia coloro che volevano svoltare. Sai quanti italiani hanno cambiato nome e religione e si sono trasferiti a vivere India? Baba Cesare per esempio è uno di loro.

Hanoman

Vive nelle grotte con i Sadhu, una casta religiosa; egli ha fatto una scelta, quella di seguire per i filo e per segno la via dell’illuminato ossia colui che pensa solo a dio o comunque alla spiritualità.

Il cuore si ingigantisce in quei luoghi la tua umanità si riempie come un palloncino.

La cosa che più impressiona è che tra l’occidente e l’oriente le differenze sono veramente enormi sembra quasi di essere su due mondi completamente diversi.

Quando torni in Occidente dopo questo tipo di viaggio, rientrare nella società normale risulta un pò strano, come a dire: ma voi sapete che succede in Asia?

Il mondo western sembra proprio l’opposto: la carriera, i soldi il lavoro la casa le cose.

La vera via per la maggior parte di loro è essere attraversato da dio, vivere di semplicità e compiere gesti in onore del supremo; come gli standing Baba, che rimangono sempre in piedi o quelli che mantengono le braccia alzate per tutto il corso della loro esistenza.

Nel Mahabharata si narra delle vicende della guerra tra i Pandava ed i Kaurava, ossia due famiglie rivali. Come lo scontro nei cieli tra le divinità dei Deva contro gli Asura.

Sembra quasi che questa battaglia tra bene e male , luce e oscurità, continua ancora oggi nei nostri tempi. In india ancora oggi si compiono cerimonie come quelle descritte all’interno dei testi sacri , sulle rive del Gange.

Consiglio a coloro che desiderano mettersi in viaggio di scoprire l’Asia e l‘India in primis, la quale rispetto a molti altri paesi del continente è rimasta quella di sempre con un cuore aperto ed immenso.

Abbiamo voluto creare una sorta di mappa, attraverso immagini, di un viaggio che segue le orme del “risvegliato”.

Una volta assunto che la vita continua eternamente oltre il passato, il presente ed il futuro, realizzare la propria rivoluzione umana diviene lo scopo fondamentale dell’esistere.

Il video risulta essere come un puzzle volutamente montato a frammenti di diverse aeree spazio temporali.

Vi mostriamo quindi un inedito lavoro video e vi auguriamo una buona visione.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here