Uscito nei cinema italiani ad inizio anno, “Arrival” ci svela un linguaggio futuristico fatto di vapore e colore. La sinossi è costituita nella parte centrale, da navi alieni a forma di uova nere che fluttuando nell’atmosfera terrestre, si sono letteralmente ancorate in tutti i continenti del pianeta.

Il governo allora si affida a dei traduttori specializzati per comunicare con ogni lingua.

Alcune nazioni pero errano le traduzioni facendo crollare la delicata situazione.

 

 

 

UNA TRADUTTRICE INSTAURA UN BUON RAPPORTO CON ALCUNI DI LORO COMPRENDENDO LA LORO LNGUA A FONDO.

Si tratta del cosidetto sapir-whorf o ipotesi della relatività linguistica che afferma : la trasformazione caratteriale degli individui a seconda della lingua parlata e del territorio circostante.

Scenari apocalittici contengono tutte le caratteristiche del genere , come non dimenticare i montaggi alternati nei diversi paesi del mondo, uniti nella lotta aliena.

Le uova fluttuanti sono un inno alla lievitazione, senza dimenticare gli optipedi, alieni a forma di mollusco che fluttuando lanciano cerchi messaggio composti da un liquido che ricorda molto quello di seppia. lnchiostro, un uovo ed il mare sono simboli presenti in un sottobosco ricco di varie fibre zuccherate.

Candidato a svariati festival tra cui quello del Chinese threatre di Hollywood dove si aggiudica un semplice oscar al montaggio sonoro malgrado le varie nomination. Stessa storia si ripete ai Golden globe.

IN MOLTI ALTRI FESTIVAL INTERNAZIONALI REGISTRA UN GRAN SUCCESSO

Il protagonista maschile è un premio oscar e a mio parere un vero attore. Stiamo parlando di Forest Whitaker, come non discutere sui mille variegati film e personaggi interpretati in una carriera a dir poco stellare.

Basato sul racconto Storia della tua vita, incluso nell’antologia dei racconti di

Ted Chiang

                          Autore di svariati e libri e vincitore di numerosi concorsi letterari

Come non dimenticare quando non si presentò alla nomination di un suo lavoro giustificando l’assenza a causa della propria bassezza stilistica in confronto alla poderosa elevatura della competizione.

Come in ogni recensione il finale è dedicato alle valutazioni personali. Essendo un amante di film apocalittici ripongo nella mia classifica personale del genere alla posizione numero 11, in quanto sono veramente tanti i suoi predecessori degni di merito.

La questione interessante è la lingua. Il parlare lingue differenti apre la mente, cambia la nostra percezione della realtà e ci apre verso nuovi orizzonti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here