Concentriamo la nostra attenzione sulle migliaia di serie televisive in uscita nei vari Sky, Netflix e siti web di streaming online. Il buon vecchio film sta piano piano lasciando spazi a serie molte lunghe e anche molto amate dagli spettatori.

La caratteristica vincente sembra essere la SUSPENSE che si instaura tra la fine degli episodi e l’inizio di un altro. Uno dei pionieri di questa moda delle serie a puntate è stato l’enigmatico Lost; ormai poco conosciuto e seguito ma ai suoi tempi aveva fatto un gran scalpore da diventare virale.

Oggi in primo piano abbiamo il ritorno degli agenti Molther e Skelly con i nuovi episodi di X Files. Guardando lo sceneggiato sembra che per i protagonisti il tempo non sia passato anzi appaiono addirittura ringiovaniti. Sempre presente la mitica colonna sonora entrata nelle orecchie di una grande fetta di mondo.

Se vogliamo ricordare una musica horror entrata nel subconscio del collettivo dobbiamo pensare proprio a questa.

 

Black mirror, la prima stagione è stato un gran successo. Un mondo virtuale claustrofobico specchio della vita dei giorni nostri. Marcopolo, in onda su Netflix presenta scenari delle steppe della secolare Mongolia. Il set è il Kublai Khan, quartier generale della dinastia partita con il potente Gengis Khan. Oggi è molto diversa dai tempi che furono ed è vista con gli occhi di uno straniero, di origine italiana, che diventa il braccio destro del grande Khan. Arti marziali, Thai Chi, abilità nei combattimenti con le lame, sono i punti cardine della serie che sta avendo un gran successo. Come non ricordare l’immenso harem di asiatiche bellissime che camminano nude nelle piscine interne del Kublai. Gli accampamenti di Yurte mongole fanno da sfondo a scenari molto intensi caratterizzati da una natura selvaggia.  La colonna sonora ricca di canti armonici della Mongolia ha quasi un effetto di benessere. La visione di alcuni episodi potrebbe quasi definirsi terapeutica.

MARCOPOLO

Molto interessante il cammino che sta avendo la serie targata Italia THE YOUNG POPE con Jude Law nei panni del sommo pontefice. Molti i premi vinti e fioccano le candidature a diversi festival cinematografici di tutto il globo. L’interpretazione del giovane papa è magistrale e si svelano alcuni segreti dello stato Vaticano tenuti nascosti per millenni.

Ricordiamo anche Bright, produzione Netflix e già si parla della serie sequel. Oggetto di lite tra Will Smith ed il figlio, in quanto il successo di “After earth” ha fatto bollire gli animi tra i due. In realtà guardandolo con attenzione ritornano alla memoria le immagini di “Mib 1”, “Mib 2” anzi, in alcuni momenti ti aspetti che possa sbucare da un momento all’altro il grande Tommy Lee Jones. Scene piene di piccoli alieni volanti, strani uomini dalle sembianze di vampiri, ricordano molto gli orchi del “Signore degli anelli”.

 Stranger things, Supernatural, Westworld, Scrubs, Il Trono di spade, The Deuce, Versace, Brittannia, 911, This is us , Modus, The Strain, the Gifted, Ghosted, Vikings, Mosaic, Mr Robot, I Soprano, I segreti di Twin Peaks, Orwell, Victoria, The Wire. In molti casi è il successo di un film che permette l’uscita di una serie completa.

Come il caso di Limitless; dopo il lungometraggio, della pillola che rende super lucidi anzi, veri e propri veggenti, si è fatta largo la serie televisiva con enormi successi. D’altra parte chi non vorrebbe provare qualcosa che faccia vedere il futuro e le esatte vie da percorrere nella vita. Sono veramente tante le serie in uscita ed è solo l’inizio, nel 2019 ci saranno grandi novità.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here