TAO

“COME IL KUNG-FU È ENTRATO NELLA MIA VITA”

“Le piante non si muovono ancora ma ad un cenno di una mano che volteggia nell’aria , parte anche il vento stesso, come se volesse farsi notare, accompagnando dolcemente questa danza della vita. Gli alti alberi si scuotono fragorosi e le foglie brillano creando suoni, come un linguaggio sensoriale.  Esiste quella parte di comunicazione che vive su un altro livello della vita. La pratica riesce ad ampliare quel mondo sottile”.

Le origini del Kung-Fu e la sua diffusione

Il Kung Fu ha origini antichissime e molte sono le leggende che narrano della sua nascita. Una in particolare racconta di un monaco indiano di nome BodhiDharma che viaggiando in Cina istruì altri monaci, sul lavoro energetico e fisico per fini terapeutici e di rafforzamento.

Quel sapere, trasformatosi nel tempo, è stato tramandato segretamente da Maestro ad allievo, di padre in figlio, fino ad arrivare anche qui da noi in nel cuore dell’Italia, dove sorge la Scuola Nove Armonie ASD.

Forse non un caso, visto che ci troviamo in quella parte della nazione dove la gente è fortemente legata al territorio, dove le tradizioni contadine si tramandano anch’esse di generazione in generazione, mantenendo vive tipicità ed eccellenze di un tempo.

Distese di monti e pianure a perdita d’occhio, fanno da scenario per i tanti praticanti di Kung-Fu che arrivano da tutta Italia per seguire le lezioni del Si-Fu Maurizio Cini.

Da un punto di vista prettamente religioso qui si miscelano perfettamente due culture apparentemente molto lontane, quella orientale e quella occidentale. Se adottassimo una visuale esterna, un occhio esterno, che legge ed analizza anche i passati karmici, sembra apparire quasi come una vera scuola Shaolin che si è reincarnata in Italia; ossia ha cambiato solo il luogo di pratica, ma i principi e gli stili sono sempre rimasti uguali. Molti pensano che il Kung-Fu favorisca la violenza o l’aggressività, in realtà è proprio l’opposto: si coltiva la pace interiore e l’armonia interna. Il Kung-Fu è nato per rinvigorire anima e corpo dei monaci, che in pochissimo tempo divennero dei veri e propri guerrieri di pace.

Dimostrazione pubblica in Arcevia

La Scuola in breve

La Scuola Nove Armonie ASD è una scuola di Kung-Fu Tradizionale cinese e tibetano che ad oggi vanta più di 40 sedi, principalmente situate nella regione Marche. I fondamenti della scuola si basano sul concetto di equilibrio-armonia e sullo sviluppo delle nove virtù:

umiltà, rispetto, rettitudine, fiducia, onestà, volontà, pazienza, perseveranza e coraggio.

I lavori sull’energia corporea vengono supportati da una forte dose di preghiere così da alimentare contemporaneamente anche l’energia spirituale.

Il maestro Kwong-Chow- Ley del Chi-Wan- Ji,Monastero della Nuvola verde, nella catena montuosa Kun-Lun,le Montagne Celesti situate a sud della Cina, ha istruito per diversi anni il Maestro Cini insegnando segreti destinati solo a pochi eletti. Oggi il Maestro Maurizio Cini, insieme ai Maestri Manuele Monnati e Jim Papi e agli istruttori della Scuola, persegue il compito di tramandare questi preziosi insegnamenti.

La mia testimonianza

La mia famiglia ha origini marchigiane. fin da quando ero bambino, ogni anno, ci si recava nei luoghi natii dei nostri avi. Un giorno trovai su internet la Scuola Nove Armonie ASD. La prima volta che arrivai al campo estivo mi sembrava di essere in Asia: un immenso prato caratterizzato da alti pioppi che oscillavano a suon di vento e di gesti marziali.

Più di cento persone suddivise in gruppetti: chi faceva le forme di Kung fu, chi si allenava con i ventagli, chi praticava con il bastone,chi maneggiava la sciabola. Gesti e suoni carichi di energia si diffondevano nell’etere e chissà fino a dove. Ero appena tornato da un lungo viaggio in India e mi sembrava di non essermene mai andato. Quante conversazioni sull’importanza della spiritualità e dell’equilibrio energetico. Gran parte della gente in Italia non conosce questi concetti, questa filosofia. Sentivo di essere arrivato nel luogo giusto per me.

Il maestro ha costituito una vera e propria gerarchia marziale, un mondo dentro un mondo, una piccola “società”, ricca di valori e coerenza di vita. “Se tutto il mondo fosse cosi, non ci sarebbe più un problema” pensavo tra me e me.

Per questo motivo molto importanti sono anche le esibizioni che la scuola organizza nelle grandi piazze d’Italia, che rendono possibile la diffusione di questo speciale messaggio di Pace. Durante le dimostrazioni, tra una forma e l’altra, si possono vedere atti al limite dell’umano (come quando il maestro riuscì ad accendere una lampadina e a sollevare la carta con la sola forza del Chi) .

Come spesso accade, le grandi energie positive sono attaccate da quelle negative; il maestro è molto preso di mira in internet. Consiglio a tutti coloro che parlano senza sapere di venire all’interno delle nostre palestre e constatare in prima persona dove si trovi la verità.

La Ruota del Dharma

Un aneddoto molto particolare

Ricordo che dopo la laurea in Lettere e filosofia, mi recai in Indonesia per partecipare ai corsi della Nusantara Academy of Crystal Medicine, ossia l’uso dei quarzi a livello terapeutico. Da sempre sono molto curioso riguardo il lato invisibile della vita. Dopo aver raggiunto un buon rapporto con i maestri istruttori Yogitan e Miao Kong, rimasi molto affascinato dalla storia del Firebird. Nella leggenda esiste un uccello di fuoco portatore del Dharma, la visione e filosofia del pensiero Buddhista. Questo animale, secondo quanto mi dissero, ora si trova in viaggio e l’ultima volta che fu visto si trovava sopra l’Europa e che molto probabilmente abbia fatto il suo nido in Italia. Bhe, quando vidi la scuola mi venne subito in mente questa storia e, anche se non lo so con certezza, nel cuore penso proprio che il Dharma sia qui nelle Marche. L’italia e l’Europa ora devono cambiare, questo il suo messaggio.

“Fin dalle grandi tragedie greche l’obbiettivo primario ossia il fine, era quello educativo, la visione doveva portare ad una evoluzione in positivo, la riconciliazione degli opposti, la liberazione del Tao blu. Questo genere nato e chiamato in Asia,” Wuxia” è stato espatriato in tutto il mondo. L’esportazione delle arti dai propri paesi d’origine e l’espansione anche grazie ai grandi mass media, come il cinema, ha sempre avuto riscontri positivi. Come non dimenticare le scene di “Operazione Drago” di Bruce Lee o i video degli insegnamenti del maestro Fumio Demura; alla costruzione della figura di Miyagy in “Karate kid”  Pat Morita ha chiesto aiuto alle sue doti marziali. Diventando ben presto grande amico e mentore.

La leggenda del Firebird

L’unicità della Scuola

Nella scuola sembra aver trovato una collocazione quella parte di umanità che, in silenzio, mette le basi per una giusta e futura evoluzione umana. Mentre c’è un mondo che va nella direzione di tutti quegli influencer che istruiscono la gente sul come e cosa comprare e sul come apparire ; noi qui ci influenziamo reciprocamente sul come migliorare e crescere, UN GIORNO MAGARI tutto il mondo praticherà queste arti e il lavoro sul proprio Chi sarà uno dei “lavori” più ambiti.

Prossimamente

Attraverso un cortometraggio intitolato “La via dell’Armonia“, regaleremo qualche istante del nostro vero Kung- fu, praticato in Italia, che lega il mondo, avvicina i continenti , smuove l’amore tra i popoli.

In lavorazione anche la stesura della sceneggiatura, che rievoca la nascita delle scuola delle Nove Armonie. Seedster sarà presente sulla rivista interna della scuola: “Il tempio di Siu -Lam” , prevista per fine mese, la stampa del periodico, Agosto 2019.

Un ringraziamento particolare a Maestro Manuele Monnati ed a Leonardo Capitanelli per la collaborazione alla stesura dei testi.

Di Niccolò Maria Bernasconi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here