Khamadhenu

La notizia di oggi che sta girando ha dell’incredibile, non era mai successo una cosa simile o meglio, subito mi è passato per la mente il famoso film “I dieci comandamenti” dove il bambino dentro la cesta sulle acque del Nilo era Mosè. Ora invece il fiume è il Gange, luogo più sacro per gli indiani e per tutto il mondo induista. Ora invece vi è una bambina nella cesta ed è stata chiamata Ganga in onore dell’eterno fiume che l’ha accudita.

In India già si parla della reincarnazione di una divinità ultra-terrena che avrebbe anche protetto la bambina durante il corso degli eventi. Un pescatore per caso, sentendo il pianto della bambina decide di aprire la scatola e vede un piccolo tempietto galleggiante con persino la mappa natale stampata ai lati. La dea Lashkmy e la nobile Durga e molte altre effigie di divinità sono presenti. La trinità del Pantheon induista: Brahma, Vishnu e Shiva. Con Krishna e Anoman sul carro delle giovenche. Ricordiamoci che siamo nel secondo anno della nuova ruota del Dharma.

Il ciclo partito con il topo nel 2020, che terminerà nel 2032 con l’anno del maiale. Il 2021 è regolato dall’animale totem della mucca, il Bue.

Esso è venerato in India e nessuno usa la sua carne a scopo alimentare.

Dovrebbe essere così in tutto il mondo ma purtroppo le cose, speriamo per poco, non vanno così in tutto il resto del pianeta, pensiamo ai vari allevamenti intensivi.

Nel Mahabharata come in molti altri poemi storici indiani la Giovenca è il simbolo dell’abbondanza per eccellenza, la prosperità in ogni sua forma.

Dheva

Si tratta della reincarnazione, avatar di Khamadhenu festeggiata durante il Gopashtama. Il Ghee prodotto dal caglio viene usato in tutte le principali cerimonie religiose come omaggio alle divinità.

Sono mille i modi in cui gli avatar trovano una propria reincarnazione sulla terra e nell’anno della Mucca Sacra ogni miracolo è concesso.

Un giorno Gandhi disse: “Si può misurare la grandezza di una nazione e il suo progresso morale dal modo in cui tratta i suoi animali. Proteggere la mucca vuol dire proteggere tutto ciò che vive ed è impotente e debole nel mondo. La mucca rappresenta  l’intero mondo subumano.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here