In esclusiva per Seedster.ink alcuni frammenti dell’inedito romanzo attraverso il quale, tra realtà e fantascienza, la scrittrice ha voluto fotocopiare la triste realtà che sta vivendo l’umanità intera in questo momento, attraverso una chiave di libertà, giustizia e amore che invano ci era stata spiegata dal divino creatore. Il libro è una favola magica che racconta la vita della meravigliosa regina Aivelca che vive sull’omonimo pianeta, specchio della terra. Essendo Aivelca la regina del bene, ella si rammarica moltissimo per la brutta situazione creatasi sulla terra. In ogni modo si adopera per salvare il malcapitato pianeta. Con lei lavorano altri personaggi come il cavaliere Malè, l’americano Peter Dawson, “l’illuminato terreno” che attraverso la sua opera di convincimento etico, morale e spirituale porterà tante anime verso la salvezza, in un mondo nuovo di dimensione più elevata.

Aivelca il Pianeta del Bene
Specchio di Pianeta Terra

Ti innalzi sopra le nuvole a guardare quel pianeta di mare, monti e
colline, sostenuto da nebbia e sole, antiche rocce ed enormi campi
giallo verdi. Laghi d’acqua limpida, alimentati da preziosi fiumi,
pozzi d’acqua salubre, purissima, da minerali pregiata, per
armonizzare il corpo di chi si abbevera o di chi vi si immerge.
Nella cittadella di Aivelca, la più importante città del pianeta
omonimo, subito balza all’occhio la grande rocca centrale che sta
come sospesa. Attorniata da sciami di casupole arrotondate che la
onorano circondandola in protezione. Il grande ponte levatoio
costruito per proteggere l’ingresso da un eventuale nemico,
contrasta con l’ideologia del pianeta: la pace. Aivelca è un mondo
all’avanguardia, il pianeta di un tempo lontano dove antico e futuro,
il vecchio e il nuovo si uniscono.
E’ capitanato dalla sua regina, la magnifica Regina Aivelca, simbolo
del bene, della pace, della fratellanza e dell’umiltà. A lei l’onore di
aver insegnato al suo popolo il viver senza danaro, l’allevare senza
cibarsi. Coltivare orti scoscesi tra un girone e l’altro, orti miracolosi.
Barattare ogni specialità dell’alchimia sopravvenuta con lo studio
della coltivazione, ottenendo varianti di ceci, fave, lenticchie e
piselli grossi e gustosi grazie anche al meccanismo ingegnoso di
serre vitree ad apertura manuale che dirigono acqua, sole e
proteggono dal vento. Sopra ai loro tetti vetri colorati, specchi
arlecchini a rifrangere cielo e sole per donare il giusto calore.
Nel pianeta del bene gli ospedali sono piccole case di cura, perché,
in quel grande e popoloso mondo di equilibri, rare sono le malattie
e i pochi casi sono tenuti sotto controllo e guariti con l’omeopatia,
la cristalloterapia, il reiki, la pranoterapia, con l’uso di infusi di erbe
officinali e la corretta alimentazione. E’ questo il vero successo del
pianeta pulito, dove non ci sono fame, miseria e spreco, dove la
ricchezza è equilibrata in una forza benefica che regge senza
difficoltà con l’energia dell’amore infuso e totalizzante.
Esso permea ogni cosa.

Aivelca cover


Il sole fornisce energia, i suoi raggi sono sufficienti a riscaldare i
campi, i cuori, le acque, ad accendere i computer e tutti gli
straordinari attrezzi e utensili, inventati e utilizzati con successo ad
Aivelca da secoli. Telefoni e telefonini sono obsoleti, perchè la
trasmissione telepatica, il parlare con il pensiero, è di uso
quotidiano. Pensare intensamente alla persona con la quale si vuole
entrare in contatto porta ad un piccolo ronzio alle tempie di
entrambi ed ecco che il messaggio è ricevuto o spedito. Nelle
riunioni di governo, all’ordine del giorno ci sono: il controllo
demografico delle nascite, la contabilità semestrale di produzione

agricola, del manifatturiero controllando sempre l’eccellenza dei
materiali usati e l’arte con cui vengono costruiti gli oggetti, la
rotazione del taglio dei boschi, l’identificazione di alberi da salvare,
l’osservazione del buon regime ciclico dell’allevamento al pascolo, i
laghi da mantenere puliti con pesci e speciali piante acquatiche, la
conta di cigni, oche, tortore, volpi, lupi, faine e cinghiali. Il tutto per
mantenere il giusto equilibrio tra flora, fauna e popolazione, senza
mai uccidere, solamente portando cibo ai predatori: semi nutrienti
e per loro molto appetitosi. La scuola ha un posto di gran riguardo.
Ai piccoli di Aivelca sono dedicati grandi edifici luminosi con patii
ricchi di fiori e piante. Le lezioni di armonia del corpo e di cultura

generale sono prioritarie: medicina, alimentazione ed economia,
scrittura, poesia, educazione civica e sessuale, meditazione. La cura
dell’anima con la storia della religione e la spiritualità occupano il
posto dell’entusiasmo per i bimbi e i ragazzi
.

continua…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here